Comprare Azioni Netflix: Conviene Investire nel 2021?

Le azioni Netflix sembrano tra i titoli azionari più interessanti di questo ultimo periodo, d’altronde il successo mondiale di questa televisione online è sotto gli occhi di tutti e probabilmente se sei qui, hai anche Tu un abbonamento mensile con questa piattaforma, ma cerchiamo di capire se investire in azioni Netflix ,potrebbe essere una buona idea.

Netflix è una società americana – azioni quotate al Nasdaq di New York – che si occupa di distribuzione di contenuti mediali su internet (serie TV, film etc.). La data di origine (operativa) risale al 1997, ed inizialmente, si occupava di attività connesse al mondo dei videogiochi e DVD. L’evoluzione, di circa un decennio fa, ha portato la società a “cercare altre strade” per innovare il business, approdando allo TV online su richiesta (on demand), con abbonamento. L’iniziale attività connessa al mondo dei DVD è stata ceduta ad una società terza.

Il prezzo delle azioni Netflix raggiunge il record dopo che gli abbonati hanno superato i 200 milioni.

Netflix Inc. ha concluso il suo anno più importante nella storia dell’azienda con il botto, portando le sue azioni all’intraday e chiudendo i massimi dopo aver aggiunto più clienti del previsto e dicendo che non ha più bisogno di prendere in prestito denaro per costruire il suo impero dell’intrattenimento.

Il servizio di streaming a pagamento leader nel mondo ha attirato 8,51 milioni di nuovi abbonati negli ultimi tre mesi dell’anno, aiutato dalla popolarità di programmi di successo come “Bridgerton” e “The Queen’s Gambit”. Ciò ha superato le previsioni di Netflix e i 6,06 milioni previsti da Wall Street. Le azioni della società sono aumentate del 17% – il massimo da ottobre 2016 – a 586,34 dollari nelle negoziazioni del mercoledì.

Il rapporto sugli utili dopo la chiusura di martedì includeva due pietre miliari chiave per Netflix: la società ha superato per la prima volta il limite di 200 milioni di abbonati e ha affermato che il suo flusso di cassa le consentirà di smettere di fare affidamento sul debito per alimentare la sua crescita. Con 8,2 miliardi di dollari in contanti e una linea di credito che non è stata utilizzata, Netflix ha dichiarato di non aver più bisogno di finanziamenti esterni. Sta anche prendendo in considerazione il riacquisto di azioni proprie, cosa che non ha fatto in circa un decennio.

Conviene comprare azioni netflix?
Immagine sopra: il grafico dell’andamento dei prezzi delle azioni Netflix negli ultimi 5 anni

La pandemia ha fornito un enorme impulso al business di Netflix, costringendo le persone a entrare e limitando altre opzioni di intrattenimento come cinema e concerti. L’azienda ha aggiunto 25,9 milioni di clienti nei primi sei mesi dello scorso anno e ha finito per aggiungere 36,6 milioni di clienti in totale: un record.

“Ha accelerato il grande passaggio dall’intrattenimento lineare a quello in streaming”, ha detto martedì Spencer Neumann, chief financial officer dell’azienda, in una telefonata con investitori e analisti.

Netflix ha ripetutamente avvertito che l’impennata nella prima metà del 2020 ne limiterebbe la crescita nei trimestri successivi, quello che chiama effetto “pull-forward”. Neumann ha avvertito che ciò continuerà a influenzare la crescita nel 2021 e Netflix ha fornito una stima prudente per il trimestre in corso. Si prevede di aggiungere 6 milioni di nuovi abbonati nel periodo, a fronte di una stima media degli analisti di 7,45 milioni.

Ma Netflix ha trovato più passerelle del previsto nell’ultimo periodo.

La sua crescita durante l’ultimo anno ha dissipato due critiche comuni all’azienda. Gli scettici di Netflix hanno da tempo identificato il suo debito come un disastro incombente, sostenendo che una recessione economica paralizzerebbe la società e indurrebbe i clienti a cancellare gli abbonamenti in massa.

Comprare Azioni Netflix: Conviene Investire nel 2021?

La situazione finanziaria di Netflix

Sebbene Netflix abbia costantemente riportato profitti, ha dovuto prendere in prestito miliardi di dollari per finanziare le sue spese per nuovi programmi. Ha avuto un flusso di cassa libero negativo di 3,3 miliardi di dollari nel 2019, il peggiore mai registrato. Da allora, ha cambiato strategia. Il flusso di cassa libero sarà vicino al punto di pareggio nel 2021, ha detto Netflix martedì. Gli analisti avevano previsto 619,7 milioni di dollari negativi. In questo contesto, la follia del debito di Netflix sembra un investimento fatto bene. Ha preso in prestito circa  15 miliardi di dollari per aumentare la sua capitalizzazione di mercato di oltre 200 miliardi di dollari.

I critici hanno anche affermato che Netflix avrebbe sofferto se le società di media rivali avessero ritirato i loro titoli più popolari dal servizio e creato i propri concorrenti. Eppure Netflix ha registrato la sua migliore performance nello stesso anno in cui diversi nuovi concorrenti sono entrati nella mischia e Disney + ha aggiunto 87 milioni di abbonati a pagamento.

Cosa dicono gli analisti

“La storia più importante è stata la guida sul flusso di cassa libero per il 2021 … Riteniamo che dovrebbe porre fine alle preoccupazioni degli orsi sul consumo di cassa infinito, specialmente dopo 3,3 miliardi di dollari nelle perdite del flusso di cassa libero del 2019. La narrativa sembra essersi spostata esattamente sulla leva operativa che Netflix ha con i suoi investimenti in contenuti globali “.

–Geetha Ranganathan, analista senior dei media

“La nostra strategia è semplice: se possiamo continuare a migliorare Netflix ogni giorno per deliziare meglio i nostri membri, possiamo essere la loro prima scelta per l’intrattenimento in streaming”, ha detto la società in una lettera agli azionisti. “L’anno scorso è una testimonianza di questo approccio.”

Le azioni Netflix sono aumentate del 18% a 593,29 dollari durante il trading di mercoledì. Il titolo è salito del 67% lo scorso anno, ma le preoccupazioni per il rallentamento della crescita hanno pesato su Netflix nel 2021. Alla chiusura di martedì, è sceso del 7,2% dall’inizio dell’anno.

“Gli investitori escono dal quarto trimestre in modo sempre più ottimista sul potenziale di una potente storia di ritorno degli azionisti in via di sviluppo per Netflix nei prossimi anni”, ha scritto in una nota l’analista di Evercore ISI Lee Horowitz.

Gli analisti di JP Morgan Securities ( JPM )  hanno affermato che è probabile che la società inizi i riacquisti di azioni proprie nella seconda metà dell’anno.

Come va Netflix a livello globale

Netflix, con sede a Los Gatos, in California, nella Silicon Valley, si sta orientando maggiormente sui mercati internazionali ora che il suo mercato interno del Nord America è ampiamente saturo. Il servizio si è affidato all’Europa e all’America Latina per fornire la maggior parte dei suoi nuovi clienti negli ultimi anni e sta appena iniziando a penetrare in Asia. Oltre il 60% dei suoi clienti ora vive al di fuori degli Stati Uniti e del Canada e l’83% delle sue nuove aggiunte nel 2020 proveniva dall’estero. L’Europa ha fornito il 41% dei suoi nuovi clienti – quasi 15 milioni di persone – mentre l’Asia ha aggiunto 9,3 clienti, il secondo per numero di clienti.

Netflix ha prosperato creando pipeline di nuovi programmi da tutto il mondo che attirano gli spettatori al di fuori della lingua madre. Solo nel quarto trimestre, Netflix ha pubblicato serie popolari in tedesco, coreano, giapponese e francese.

Le versioni in lingua inglese “Queen’s Gambit” e “Bridgerton” sono state entrambe le hit principali di Netflix. “Queen’s Gambit” ( La regina degli scacchi)   è stato visto da 62 milioni di famiglie nei suoi primi 28 giorni di servizio, mentre “Bridgerton” è sulla buona strada per raggiungere 63 milioni di account.

Ma uno spettacolo più recente, pubblicato questo mese, sottolinea la portata globale di Netflix. “Lupin”, una serie poliziesca francese con Omar Sy, è diventato il secondo più grande debutto nella storia della compagnia. È sulla buona strada per essere guardato da 70 milioni di famiglie nei suoi primi 28 giorni di servizio.

Questa diversità di spettacoli è ciò che aiuterà Netflix a continuare a crescere, sia in patria che all’estero, di fronte alla crescente concorrenza.

“Siamo ancora una quota molto ridotta della penetrazione anche della sola pay-TV nella maggior parte dei mercati del mondo e una piccola quota di visione”, ha detto Neumann.

Altri interessanti titoli azionari tecnologici del Nasdaq

GOOGL

Facebook FB 

APPLE APPL

Cisco Systems CSCO

PAYPAL Olding Inc PYPL 

TESLA TSLA  

Microsoft MSFT

Virgin Galactic SPCE

NVIDIA (NVDA) 

AMAZON AMZN  

INTEL – INTC

Pinterest 

UBER 

Snapchat 

Pubblicista finanziario e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *